Sistema antifurto: con o senza fili?
24-04-2017
Sistema antifurto: con o senza fili?

La sicurezza della tua casa è importantissima. Per questo hai deciso di installare un impianto antifurto. Ma quale scegliere? Ti hanno cantato le lodi dell’antifurto wireless, ma cosa c’è di vero? Se è vero che si può acquistare anche su Amazon, sarà davvero sicuro?

Vediamo insieme come orientarsi quando dalla tua scelta dipende la tua sicurezza e quella della tua famiglia.

Quando scegliere un impianto antifurto wireless?

Gli allarmi antifurto filare o wireless offrono lo stesso servizio, lo stesso allarme e le stesse reazioni. Vanno programmati in modo molto simile e possono essere collegati ai rilevatori più venduti. La fondamentale differenza, non di poco conto, sta nell’installazione dell’allarme.

Se gli impianti antifurto wireless possono essere installati facilmente in edifici già esistenti, senza opere murarie, gli impianti cablati devono integrarsi nell’impianto elettrico e puoi valutarli se stai costruendo la tua casa o la stai ristrutturando o se sei disposto a fare dei lavori murari anche importanti.

Quando invece il loro impiego differisce?

Gli impianti filari sono adatti ad edifici di grandi dimensioni, immobili commerciali o palazzine, copre distanze maggiori ed è più semplice da installare in questo contesto. Gli impianti wireless invece possono adattarsi a case private e appartamenti o immobili commerciali di piccole dimensioni.

La domanda sorge spontanea, e quante volte mi è stata fatta: gli impianti wireless quindi sono meno sicuri? No. Partiamo dal presupposto che nessun impianto antifurto è impenetrabile e che molto dipende dal professionista a cui affidi questo delicato lavoro. Per tutto il resto un impianto wireless è sicuro quanto uno cablato, purchè rispetti alcune importanti caratteristiche.

  1. Avere una doppia frequenza evita ad altri dispositivi di disturbare la comunicazione tra gli elementi del tuo impianto, per prevenire il fenomeno del jamming (il disturbo della frequenza attuato per oscurare il tuo antifurto e renderlo cieco alle intrusioni) e la saturazione del segnale
  2. La sirena deve avere dei sistemi di sicurezza che ne impediscano la manomissione, facendo scattare altri tipi di allarme.

 

Vantaggi e svantaggi dell’antifurto wireless

Mettiamola così: esistono impianti ottimi o molto scadenti, così come professionisti più o meno attenti. Ciò che tu devi fare per prima cosa è valutare quali sono le tue necessità. E in questo ti può aiutare anche Elettrovolt, con un sopralluogo e un’intervista gratuiti, per valutare le migliori soluzioni e il livello di rischio.

Solo a quel punto potrai iniziare a pensare alla tipologia di impianto di allarme che vuoi, assicurandoti sempre di acquistare e installare un prodotto di qualità.

Detto questo vediamo quali sono vantaggi e svantaggi di un antifurto wireless per la tua casa o il tuo ufficio.

 

Vantaggi

  • La trasmissione senza fili ti assicura la protezione di luoghi altrimenti inaccessibili
  • L’installazione ha costi inferiori ed è più rapida
  • L’installazione non necessita di posa di cavi, quindi permette di evitare interventi strutturali o opere murarie.
  • Ha un’elevata flessibilità e si possono aggiungere estensioni e componenti in qualunque momento
  • Lo puoi installare nella nuova casa in caso di trasloco, quindi lo puoi portare con te. Perfetto dunque se non si tratta di una casa di proprietà.
  • Puoi installare le periferiche dove servono davvero privilegiando comodità e sicurezza
  • Non c’è l’allacciamento alla rete elettrica nel tuo magazzino? Non ti serve.

 

Svantaggi

  • L’impianto wireless è un po’ più costoso, sebbene sia meno costosa l’installazione.
  • Le batterie si scaricano facilmente e devono essere sostituite.  È possibile in alcuni impianti collegare le batterie ricaricabili all’impianto fotovoltaico. Devi comunque avere una fonte di energia per i componenti.
  • Il segnale radio è intercettabile, restituisce una sicurezza minore rispetto ad un segnale che viaggia su filo. La sicurezza è comunque garantita dai sistemi anti-jamming e dalla doppia frequenza;
  • Alcuni componenti devono per forza essere gestiti via filo perché consumerebbero troppo se alimentati a batterie;
  • Sei sensibile ai campi elettromagnetici? Ti inquieta la quantità di onde che ci circonda? Meglio optare per un impianto filare.
  • Se il terreno da coprire è troppo ampio o sei in presenza di muri molto spessi, come nelle vecchie case di una volta, alcuni componenti possono non essere raggiunti via wireless. Puoi installare dei ripetitori se non hai la possibilità di fare dei lavori importanti, ma quando la struttura è troppo grande è meglio scegliere un impianto cablato.

E ora? Non sei sicuro di cosa ti serve davvero? Tranquillo. Ti seguiamo anche in questo. Il mio compito è consigliarti la scelta più adatta e offrirti il prodotto migliore. Vuoi contattarmi per un sopralluogo gratuito?